Cura delle Calvizie Verona

Trikos: centro d’eccellenza nella cura della calvizie a Verona.

Cura della calvizie a Verona

La perdita periodica di capelli, negli uomini e nelle donne, è un processo normale che avviene senza sosta in tutte le fasi della vita. Tuttavia, in alcuni momenti e da una certa età in poi il diradamento dei follicoli può diventare più evidente e, di conseguenza, portare alla calvizie.

I bulbi, infatti, non hanno vita attiva eterna: negli uomini, ad esempio, possono raggiungere 4 anni di vita, mentre nelle donne anche 6-7 anni. Nel frattempo, i bulbi possono rinascere e far crescere nuovi steli, ma non sempre accade. Per questo è importante prevenire la caduta del cuoio capelluto, giocando d’anticipo e conservando il più possibile i capelli rimasti. Ma come?

Prima di tutto individuando la causa del problema.

Calvizie: questa sconosciuta

La calvizie, o alopecia, può essere di due tipi:

L’alopecia areata
Cause: influenze stagionali, malattie infettive, sforzi eccessivi, stress, trattamenti farmacologici, calo degli ormoni femminili dopo il parto o durante la menopausa, alterazioni ormonali, fumo, diete eccessivamente rigide, esagerata esposizione al sole o all’inquinamento.

Ben delimitata in alcune zone della testa, l’alopecia areata è momentanea e permette la ricrescita dei capelli nei punti d’interesse.

L’alopecia androgenetica
Cause: predisposizione ereditaria, alterazioni ormonali.

L’alopecia androgenetica provoca la calvizie più tipica negli uomini e porta a una progressiva perdita totale dei capelli, senza possibilità di ricrescite future.

Soffri di calvizie? Prova il test di autovalutazione e scopri il grado di salute dei tuoi capelli!

Contattaci per una consulenza gratuita!
Operiamo anche a Vicenza e Padova

Trattamenti e rimedi: parliamone

Non esistono pozioni miracolose per la cura della calvizie e anche i risultati dei trattamenti più moderni variano da persona a persona. Attenzione quindi alle false promesse: nessuno può assicurare una risoluzione definitiva e sicura al cento per cento.

Il segreto è giocare d’anticipo e non rimandare a lungo una consulenza specialistica. Le tecnologie più moderne e attuali prevedono, in caso di calvizie, due tipi di interventi:

1. l’autotrapianto di capelli propri dalla nuca alla zona calva;
2. l’infoltimento tramite innesto di capelli umani che simulano in tutto e per tutto il cuoio capelluto originale, nel colore e nello spessore.

Domande frequenti

Rispondiamo ad alcuni dei quesiti più frequenti che ci sentiamo porre in merito ai problemi di capelli. Se anche te ti sei posto qualcuna di queste domande… ecco la risposta!

  • Tagliare i capelli li rende più forti e li fa crescere di più?

    FALSO

    Il capello non è come un albero che potiamo per irrobustirlo. Il taglio allontana soltanto una parte di cellule morte, quindi non incide sulla radice, la zona in cui il capello cresce. Forse questa credenza deriva dal fatto che, eliminando la parte più vecchia, e quindi più rovinata del capello, la chioa acquista un aspetto più sano e folto. Solo nel caso di una vera e propria rasatura, il taglio “a spazzola” per intenderci, si è visto che il capello cresce più velocemente. E’ un po’ come se il taglio trasmettesse ai bulbi il segnale di velocizzare la crescita. I capelli però non diventano nè più forti nè più folti.

  • Sole e acqua di mare fanno bene alla forfora?

    VERO & FALSO

    Si è notato che chi si espone a giuste quantità di raggi ultravioletti riesce a sconfiggere la forfora ritardandone l’eventuale ritorno. Il sole va comunque preso con parsimonia perchè, se fa bene al cuoio capelluto, altrettanto non si può dire per il fusto dei capelli, che vanno protetti utilizzando prodotti che contengono filtri solari. A proposito dell’acqua salata, invece, non esistono conferme sul fatto che possa limitare la produzione della forfora.

  • Cento colpi di spazzola al giorno rendono i capelli più sani?

    FALSO

    Le spazzolate, soprattutto se troppo energiche e troppo lunghe, sfibrano la cuticola (la parte più esterna del fusto) fino a spezzare il fusto. Questi danni sono ancora più marcati spazzolando o pettinando i capelli bagnati. Il segreto di una pettinatura senza danni  sta in movimenti delicati e veloci. Scegliete solo spazzole morbide con setole naturali e pettini con denti non troppo stretti, meglio se in legno. I materiali naturali, infatti, elettrizzano meno il capello. In ogni caso sarebbe meglio preferire il pettine alla spazzola.

  • Le stagioni influiscono sulla caduta dei capelli?

    VERO

    In primavera e in autunno è normale notare una maggiore caduta dei capelli. Questo è un fenomeno dovuto ad una specie di muta che avviene in molte specie animali, ma che coinvolge anche gli uomini.  Per fortuna questo fenomeno è ridotto negli uomini, si limita ad un ricambio stagionale. Lo notiamo perchè sul pettine e nel lavandino restano un maggior numero di capelli. La caduta stagionale è normale, caratterizza tutta la testa e rallenta da sola, non richiedendo nessun tipo di intervento curativo. Questo fenomeno è causato dagli ormoni che, in base alle variazioni di temperatura e al variare del numero di ore della luce, fanno scattare il meccanismo di ricambio.

  • Lavarsi spesso la chioma fa male?

    FALSO

    I capelli non vanno lavati solo quando sono sporchi e comunque con detergenti non troppo forti. Non è assolutamente vero nemmeno il fatto che, lavando i capelli troppo spesso, questi cadano di più. I capelli che cadono durante il lavaggio sono quelli che sono nella fase telogen, cioè quelli alla fine del loro ciclio di vita e che cadrebbero comunque.

Scopri la nostra linea di Prodotti Biologici

× Serve aiuto?